Evento

Capodanno con LE SCEMETTE
31
Dic
2018

Capodanno con LE SCEMETTE

  • Dove:Teatro Sociale Busto Arsizio
  • Ore:22:00

LE SCEMETTE

Donne in sala d’attesa, a casa, in metropolitana, al ristorante. Donne amiche, nemiche, complici, a volte perfino amanti.
Donne tradite e traditrici, lasciate e che lasciano. Donne che tentano, addirittura, il suicidio, ma non ci riescono “per colpa” di altre donne crudeli e spiazzanti. Donne affermate, arrapate, disgraziate e, spesso, disorientate.
Per essere Le Scemette ci vuole intelligenza.
Le Scemette sono sette donne, sette attrici, sette comiche, sette teste e sette cuori irriverenti, spiazzanti, divertenti e soprattutto intelligenti, che prendono in giro vizi e difetti – e, in qualche modo, pure i pregi – delle donne contemporanee, con un’attenzione particolare ai temi di stretta attualità.
«Solo ed esclusivamente»per la27Ora, Le Scemette hanno accettato di farsi riprendere, Live in teatro, in qualche sketch, addirittura con tanto di errori non censurati, regalando una pillola – del giorno prima, durante e dopo – quotidiana.
Ci vuole intelligenza (ed esperienza!!!) per decidere, un giorno, grazie ad una mia idea – unica autrice donna che da anni firma la trasmissione comica più famosa della tv, Zelig, ndr – di legarsi ed unirsi anima e cuore ad un gruppo tutto al femminile.
Così, un anno e mezzo fa, dopo tanti anni di palco, televisione e cinema, Cinzia Marseglia, Viviana Porro, Nadia Puma, Alessandra Ierse, Alessandra Sarno, Rossana Carretto e Laura Magni, attrici comiche di spessore e valore riconosciuto – quasi tutte hanno fatto o Zelig o Colorado o addirittura tutte e due e poi ancora Belli Dentro, Il Mammo e cinema – hanno deciso di accettare la sfida e di mettere insieme le forze per dedicarsi allo stesso importante progetto: Le Scemette. E’ stato Giancarlo Bozzo, direttore artistico dello Zelig, a credere per primo, concedendoci spazio e palco per diverse serate, che l’idea scritta con l’aiuto di Viviana Porro (una delle Scemette) e Marco Del Conte (autore storico di Zelig), fosse giusta e speciale. Perché quando le donne si uniscono e fanno gruppo non ce n’è per nessuno.
Ci vuole intelligenza (e molta determinazione!!!) per interpretare sketch comici – autoconclusivi e senza filtri – che vogliono rappresentare in modo satirico e grottesco la vita quotidiana delle donne, sfruttando stereotipi e archetipi fissi nel tempo e rappresentandone vizi e virtù.
Ci vuole intelligenza per essere come Le Scemette che, inoltre, con il loro lavoro, in parte sostengono Fare x Bene Onlus, Associazione che promuove e tutela i diritti inviolabili della persona, soprattutto delle categorie sociali più deboli e soggette a discriminazioni come donne, bambini e persone disabili.
Aristofane scriveva: «Non esistono al mondo creature più sfrontate delle donne». E, aggiungo, ardite.